• Marco Zanotti

Svolta Epocale, il Professionismo femminile non e piu un sogno!

Le atlete italiane potranno diventare sportive professioniste? Anora no, ma il passo avanti e gigantesco e sicuramente indietro non si torna. Grazie alla approvazione della commissione Bilancio del Senato di un emendamento, a prima firma del sen. Tommaso Nannicini alla manovra al tavolo del governo , volto a promuovere il professionismo nello sport femminile con l’introduzione di un esonero contributivo al 100% . il mondo della politica italiana ha manifestato vicinanza e sensibilità. Ora saranno le Federazioni Sportive a decidere sul professionismo dei propri atleti, in base alla legge 91 del 1981, con i contributi saranno al 100% a carico dello Stato . In Italia, sono solo quattro le Federazioni che hanno riconosciuto il professionismo, ovvero calcio, basket, golf e ciclismo , palla che ora passa alle singole Federazioni,perchè lo status giuridico delle proprie tesserate deve essere deciso da Figc , per quanto riguarda il calcio. < È un ottimo punto di partenza, dice la Dr.ssa Mirella Guerrieri, consulente di molte squadre calcistiche e mamma di una Calciatrice , Jessica Di Lupo , in quanto la federazione potrà se vuole decidere di far passare le atlete nella sfera dei professionisti.. Togliendo il limite dei 30.000,00 euro annui. Per i primi tre anni é previsto uno sgravio contributivo al 100% quindi le società non pagheranno i contributi sugli emolumenti erogati e le atlete avranno invece i relativi benefici (mutua maternità pensione etc). È uno sparti acque che potrà determinare la fine inesorabile delle piccole società non strutturate e con le società maschili professioniste che dovranno farsi carico anche delle squadre femminili... passo che da solo rischia però di peggiorare paradossalmente la situazione.. Se invece vi è la volontà dei club maschili di salire sulla carrozza allora é il passo necessario.> Quindi il Capitano delle Aquiolotte Noemi Pascotto.. <Un segnale importante non solo di riconoscimento e sviluppo per il movimento, ma più in generale un piccolo passo in avanti da parte della società verso la parità di genere. La strada è ancora molto lunga, ma intanto c'è soddisfazione per questo primo punto di svolta > Intanto sempre piu società acquisiscono le squadre femminili, l'ultima il Lecce con l affiliazione dell ASD Women Soccer che diventerà Women Lecce . Per quanto riguarda le aquilotte il rapporto sara sempre piu stretto. Tra l altro molte aziende a livello Nazionale si stanno muovendo e chiedendo proprio di investire nel femminile,il nuovo calcio, non Calcio giocato dalle ragazze. E molto diverso.


0 visualizzazioni