• Marco Zanotti

Repetto e Martinelli stendono l' Agrate. Lo Spezia sorride

Spezia- Speranza Agrate 2-1

ASD Spezia : Gatti, Zambon, Lagomarsino, Serban ( 80' Buselli ), Gasperini, Repetto ( 68' Lapperier) , Buono, Desmerean, Predoi, Pascotto, Martinelli ( 70' Berti, 88' Lazzoni ). A Disp: Rossi, Nari, Ciampi, Bedini, All. Leccese

Arbitro : Mangani di Arezzo

Reti: 36' Repetto ( Rig ) 58' Martinelli 69' Cervati ( Ag )

Tornano i tre punti in casa Spezia, vittoria d'estrema importanza per il raggiungimento della salvezza. Partita molto sentita da parte delle due squadre, l'Agrate, squadra molto giovane con un ottimo portiere ha cercato in tutti modi di vincerla, ma oggi la squadra di Leccese sapeva dell'importanza della posta in palio e con grande umiltà e spirito di sacrifico ha portato a casa tre punti fondamentali. Esordio con gol della nuova arrivata Martinelli che con Desmerean e Buono ha fatto la differenza in attacco creando sempre scompiglio ogni volta che ripartivano. Esordio anche per le altre due ragazze Buselli e Lazzoni. La svolta è stata l'inversione di fascia tra Buono e Martinelli. Riportata a sinistra ha fatto impazzire la difesa. Alla fine l'Agrate ha spinto molto dopo il 2-1 con Cervati ( gol molto bello ) ma lo Spezia almeno tre volte ha buttato alle stelle il gol della tranquillità. Da menzionare l'ottima prestazione del numero 1 aquilotto Sara Gatti che ha dato tranquillità alla difesa con uscite tempestive e con almeno due palle bloccate a terra non proprio semplici.

I Gol, rigore perfetto di Camilla Repetto e gran gol di Martinelli che segue una palla quasi persa e in spaccata realizza. Difesa perfetta con Gasperini e Serban che hanno fatto valere la loro esperienza. La Serban ha evitato un gol certo con un intervento da grande difensore. Ma sarebbe ingiusto fare graduatorie di merito. Oggi lo Spezia voleva i tre punti e questi sono arrivati. L'Alessandria ha perduto e il Caprera pure e ora a sei punti con la squadra Sarda che però una l'ha vinta a tavolino per la rinuncia causa Covid dell 'Ivrea e quindi tra un mese la sfida dirà chi rimarrà in C, sul campo. Sempre ché come sarebbe giusto la partita si rigiochi. E anche oggi l'Ivrea con 13 positive e 7 in quarantena fiduciaria si è vista rifiutare il rinvio dal Torino. Ora rischia l'ultimo posto e l'esclusione dal campionato. Ma sarebbe una profonda ingiustizia e una grande sconfitta per il Calcio Femminile, sempre sulla bocca di tutti quando c'è da prendere e dimenticato quando da dare.



385 visualizzazioni