• Marco Zanotti

Aquilotte sconfitte con onore.

Partenza difficile per le aquilotte di Massimiliano Leccese in campionato. La sconfitta contro le Azalee poteva essere messa in preventivo, vista la tonicità e la qualità in alcune ragazze lombarde, su tutte l imprendibile o quasi Barbini, ma la squadra aquilotta è ancora un cantiere aperto con tante ragazzine alla prima esperienza in un calcio vero e quindi la pazienza deve essere l arma di quest'anno. Comunque la squadra nel primo tempo ha giocato alla pari, ha sofferto ma ha concesso molto poco e è capitolata solo al 44' su una punizione deviata dalla barriera dopo un fallo sulla Pascotto non rilevato. Ma il mediocre Rossini non lo ha rilevato. Nella ripresa cambi forzati e infortuni hanno aumentato le differenze e le Azalee hanno chiuso sul 4-0. in settimana si cercherà di aumentare la qualità media della squadra, squadra che oltremodo sta pagando una preparazione non ancora al meglio. Comunque l obiettivo e far crescere le più giovani e salvarsi. Intanto entro la fine del mese la rivoluzione societaria sarà completata, sarà forte e lungimirante e quest'anno deve solo essere la partenza per il vero obiettivo che è e resta il salto di categoria.

Lo Spezia ha schierato: Pucitta, Bedini, Serban, Lapperier, Zambon- Pascotto, Repetto- Duce, Rizzo, Berti- Buono. Sono entrate nella ripresa, Battolla per Berti e Scattina per Battolla, Jaupi per Serban. Bernardi per Bedini. Del gruppo anche Gatti , Rossi, Nari e Vergassola. Domenica a Caprera, contro una squadra con la quale misurarsi per la salvezza.




286 visualizzazioni