Lo Spezia si butta via, tanti errori e tre punti alla Pistoiese che ringrazia.

Condividi

ASD Spezia- Pistoiese 3-4

Spezia: Pulitanò, Giuffra, Lehmann, Nellini ( Tognarelli 46′ Polese 48) , Zambon, Bengasi, Licco, Repetto ( Basso 46 ), Pascotto, Del Francia, Lo Vecchio A Disp: Pucitta, Valente, Bernardi, Battolla, Di Lupo. all Morbioni

Pistoiese: Italiano, Gironi ( Bedini 46 ), Buratti, Giusti ( Franci ) Baroni, Bonacchi, Buono, Diamanti, Meropini ( Pompiglioni )Valoriani, Martinelli (Nigro ) all. Nicoli

Arbitro: Castellano di Nichelino

Reti: 1 T 7 Buono 11 Lo Vecchio 21 Baroni ( Rig ) 32- 36 Martinelli 2 T 35 Licco 42 Del Francia

Spezia presuntuoso sbaglia e Pistoiese umile  cinica sbanca il Cimma e va a sei punti. Aquilotte che devono fare mea culpa e guardarsi dietro. Troppi errori in difesa con una giornata da dimenticare di Pulitanò e la scarsa precisione delle punte. Nulla è perduto, ma le pecche dello scorso anno contro squadre sulla carta più abbordabili sono puntualmente riemerse, pur al cospetto di molti nuovi arrivi in luogo di chi si diceva non era adatto al campionato di Serie C. La Pistoiese con tanta grinta e umiltà ha approfittato della scarsa vena dello Spezia e ha portato via tre punti insperati e se il risultato più giusto era il pareggio, anche lo sportivissimo DS arancione Barsotti lo ammette, chi fa gol , vince e  ha sempre ragione. Comunque il risultato passa in secondo piano di fronte all’infortunio della Tognarelli, la sua partita è durata solo 2 minuti, ginocchio che cede anche se potrebbe essere meno grave del previsto. Panchina corta e  al cospetto di tante ragazze non al meglio, ma ciò non giustifica la sconfitta di una squadra che fuori dal campo si sente professionista e coccolata, dentro smarrita e incapace di reagire agli schiaffi. E quindi in settimana provvedimenti al vaglio, non per l’impegno che mai manca, ma nell’atteggiamento si. Da rivedere, onde evitare figuracce contro avversari composti da calciatrici che giocano a calcio per i piacere di farlo. E lo si è visto oggi anche con le tante amiche al seguito delle arancioni. Cronaca nei gol, errori in difesa e Buono e Martinelli fanno centro, un rigore della Baroni a lungo inseguita dallo Spezia, fa poker. Per lo Spezia la Lo Vecchio prima pareggia, poi nella ripresa Licco e Del Francia cercano di recuperare, ma non basta. In serata  dirigenza che convoca un incontro immediato e fino a Dicembre tutti in discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *