Esordio alla grande per lo Spezia, aquilotte travolgenti contro un ottimo Bologna..

Condividi

ASD Spezia- Asd Bologna 4-2
Spezia: Pucitta, Rollero ( 30 2t Baldini ) , Zambon, Lehmann, Tognarelli ( 32 2t Nellini ), Bengasi, Basso ( 15 2t Del Francia ), Licco, Lo Vecchio, Pascotto, Giuffra. A disp: Pulitano, Nellini, Berti, Repetto, Valente,Baldini, Battolla, Del Francia… All. Morbioni
Bologna: Bassi, Racioppo, Becchimanzi, Pacella, Sciarrone, Perugini,Mastrovincenzo, Schipa, Arcamone, Zanetti, Benassi A dip: Cattaneo, Minelli, Mingardi,Giuliano, Hassanaine, Patelli, Bersselli, Rambaldi. all Galasso
Arbitro: Andeng Tona Mbel di Cuneo

Reti: 19′ 1 T Lo Vecchio Minelli ( Bo ) 22′ 32 st Del Francia Schipa ( Bo ) 24 2t Bengasi 38 2 T

Espulsa : Arcamone 15 1 T  Ammoniti Pacella 34 2 t

Esordio scintillante e positivo per lo Spezia Femminile, 4-2 contro un ottimo Bologna, squadra giovane veloce che paga l ‘espulsione della Arcamone dopo 15 minuti per ripetute proteste verso l’arbitro Andeng Tona reo di  un aver concesso un possibile calcio di rigore alle emiliane. Bologna che parte bene e crea un paio di situazioni pericolose tra cui il penalty richiesto, poi lo Spezia sale in cattedra e sfrutta al meglio la superiorità numerica e chiude in vantaggio il primo tempo con gran gol di rapina di Lo Vecchio che supera difensore e portiere e mette in rete. Ripresa con lo Spezia che comanda il gioco e spreca troppo  un disimpegno errato permette alla nuova entrata Minelli di pareggiare. M 2 minuti dopo Del Francia con assist di Lo Vecchio riporta lo Spezia in vantaggio. Poi un gran gol della Bengasi con palla al volo dal limite sotto l’incrocio e ancora una caparbia Del Francia che porta a 4 le reti. Ci sarebbe un quinto gol sempre della nuova entrata, ma l’arbitro annulla. Poi su punizione della Pacella la Pucitta devia ma irrompe Schipa e segna il finale 4-2. Molto bene lo Spezia e la soddisfazione del Mister a fine gara << Abbiamo fatto bene contro una squadra molto forte, siamo partiti con il piede giusto, ora dobbiamo continuare così >>

MZ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *