Fare goal contro ogni Violenza alle Donne, è di Rigore… Scelta la frase da incidere…

Condividi

Con la scelta e proclamazione della frase più significativa : FARE GOAL CONTRO OGNI VIOLENZA ALLE DONNE, E’ DI RIGORE….è terminato con grande successo il primo ciclo dei tre previsti, del Progetto contro la Violenza organizzato dal Comune della Spezia con il suo Centro Antiviolenza Irene, e la partecipazione come Testimonial della campagna della squadra dell ASD Spezia Calcio Femminile. Ora la frase sarà incisa nelle Staute presenti in citta a memoria dell’Evento. Sabato e Domenica al Parco della Maggiolina, presenti autorità e tutti gli sponsor dell’iniziativa, la festa finale in occasione dei 10 anni e del compleanno del Centro Irene. Ma la bontà dell iniziativa sta nei numeri e nei casi usciti ed enunciati dalla penna dei ragazzi e ragazze coinvolti che ne decreta il successo, tanto che è gia pronto il nuovo progetto che sarà allargato anche alle scuole della Provincia e in molte aziende con forte rappresentanza lavorativa femminile. Le Scuole coinvolte sono state 8: Medie Alfieri e Piaget, Elementare 2 Giugno e Fabiano, tutte le classi dell’Istituto Pacinotti, l’Alberghiero G. Casini, la Scuola Professionale Cisita e l’Istituto Vassale. Oltre 1.000 i ragazzi coinvolti, migliaia le frasi scritte, decine le segnalazioni di Violenza, Bullismo e Omosessualità che sono uscite grazie al coraggio di tanti giovani. Il risultato è che la Violenza è diffusa, presente con varie modalità e viene percepita come un problema, ma spesso anche come normalità…. e questo è molto grave…. In tutte le classi sono stati proiettati Video, Cartoni Animati, testimonianze dirette di chi ha subito Violenza e anche storie di chi, ahimè, si è tolto la vita per la vergogna. < Mi hanno preso in giro- i miei genitori litigano e spesso ho paura- mi chiamano ciccione- molte donne sono violente, non riesco a toccarle- non vengo rispettata dal mio ragazzo e mi picchia- sono omosessuale ma mia madre non lo accetta- alcuni miei compagni sono gli Al Capone del 2019- pensano che Uomini e Donne siano diversi- mi giudicano per il colore della pelle- il papà di una mia amica picchiava la moglie- chi fa il bullo è perchè è debole- il grado di integrazione nella società  delle donne, da la misura della civiltà di un paese- sono stata bullizzata per anni.> Queste in sintesi le risultanze delle tantissime segnalazioni fatte, sempre con biglietti assolutamente anonimi e sulle quali il Centro Irene sta gia lavorando. Tre casi di violenza contro le donne, quattro di omosessaulità , una di alcolismo e violenza famigliare , e oltre 15 di Bullismo al vaglio delle Istituzioni e delle insegnanti delle scuole coinvolte. Tutte le frasi e tutte le più importanti segnalazioni sono raccolte in un libro, ” Irene in Classe ”  che sarà venduto e il ricavato al Centro Irene con manifestazioni di Piazza nelle prossime settimane, mentre sarà organizzato un incontro dibattito aperto a tutti gli studenti e addetti ai lavori per portare a conoscenza i risultati finali. Un grazie al sindaco Peracchini che ha voluto fortemente il progetto e impegnato in prima persona insieme all’Assessorato ai Servizi Sociali con Giulia Giorgi al commercio Brogi, , Sara Madiai del Centro Irene, Martina Zucca del Centro Antiviolenza e allo Spezia Calcio Femminile , oltre che i vari sponsor che hanno reso possibile la realizzazione dello stesso: Banca BVLG, MP Parcheggi, CCIAA, Helle Botique, Gioielleria Pasqualini, Ottica Claro, Ortofam, Progetto Prestige, Power Bike, Autoligure, Onoranze Chelli, Hotel Santa Caterina, Multimir. Aia Perotti, Arquati, Baglini e Mecherini, Erboriteria Il Germoglio, Centro Revisoni. Appuntamento a Settembre per la seconda Edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *